Mons, la cultura abita qui

“Forse varrà la pena che io ti riparli di Mons, perché è una città affascinante...” Ecco come Victor Hugo descriveva Mons. Se intendete visitare le più belle località della Vallonia e siete tentati da Mons, credetegli sulla parola: ne sarete affascinati anche voi!

#Cultura #UNESCO #InFamiglia

Mons, nominata Capitale Europea della Cultura per il 2015, conta numerosi musei non solo dedicati all'arte ma anche alla storia e alla scienza. Questa è una città tradizionale, molto legata al suo folclore, ma anche dinamica e proiettata verso il futuro.

Esplorando Mons e i suoi dintorni scoprirete che il patrimonio storico del territorio è caratterizzato sia dal passato che dalla modernità. Questo aspetto può essere facilmente constatato visitando gioielli come la Collegiata Sainte-Waudru con il suo Tesoro, la Grand Place, il Giardino del Mayeur, il Castello di Havré e i diversi siti iscritti nel Patrimonio UNESCO: il Beffroi, il complesso minerario del Grand-Hornu e le Miniere Neolitiche di Spiennes.

Chi è innamorato della cultura sarà deliziato anche da esposizioni come il Museo del Doudou (dedicato alla Ducasse, straordinaria festa locale iscritta nel Patrimonio Immateriale dell'Umanità), il Mundaneum, ribattezzato “Google di Carta”, o la Casa di Van Gogh a Cuesmes (poco lontano da qui).

Celebrità più attuali sono invece il gruppo musicale Suarez e la cantante Alice on the Roof (nome d'arte di Alice Dutoit): molto probabilmente avrete sentito qualche loro successo, come “Ni rancoeur ni colère” o “Easy come easy go”.

E quando passate per la Grand-Place non dimenticate di accarezzare la testa della Scimmia del Grand Garde con la mano sinistra, perché questo gesto attira la felicità!

Mons, capitale della cultura

Mons vi lascerà letteralmente incantati. Capitale Europea della Cultura nel 2015, essa conta numerosi musei dedicati non solo all’arte antica e contemporanea, ma anche alla storia e alla scienza.