Tournai, la città dei cinque campanili

Prima di visitare Tournai vi consigliamo di scoprire la sua affascinante storia. Chiamata anche “la città dei 5 campanili” per le 5 torri della Cattedrale, questa è l'unica città belga ad avere subito per alcuni anni la dominazione inglese. Infatti fu Enrico VIII che ordinò la costruzione di una cittadella, della quale sono ancora oggi visibili alcuni resti.

#Folclore #Patrimonio #InCoppia

Tournai, situata nella provincia di Hainaut, è una delle più antiche città del Belgio e presenta numerose testimonianze del suo passato plurimillenario. Alcuni esempi di questo eccezionale patrimonio sono il Beffroi più antico del Paese e la Cattedrale di Notre-Dame, testimone del periodo medievale, entrambi iscritti nel Patrimonio Mondiale UNESCO, la Halle aux Draps, il Pont des Trous. Da non perdere anche i molti edifici in stile Art Nouveau che costeggiano le vie: tra essi vi segnaliamo il le Museo delle Belle Arti, disegnato da Victor Horta.

Però è bello visitare Tournai anche facendo una semplice, rilassante passeggiata. Volete un consiglio? Procuratevi il sacchetto-gioco disponibile presso l'Ufficio del Turismo e l'ostello della gioventù. Esso vi propone una missione: liberare la città dalla sfortuna! Il sacchetto contiene diversi strumenti necessari per portare a termine la vostra avventura. Questa è anche l'occasione per cercare la statua di Martine e del suo cane Patapouf, personaggi disegnati da Marcel Marlier.

Tournai inoltre vi affascinerà con il suo folclore, saldamente radicato nella vita degli abitanti. Ad esempio il "Lunedì Perduto" o "Lunedì Falso", senza dubbio meno conosciuto del carnevale, è ancora una delle date più importanti per la città: in questa occasione viene gustato il “coniglio del Lunedì Perduto”. Se vi piacciono le feste tradizionali vi consigliamo di partecipare al Carnevale con i suoi giganti, alla Grande Processione di settembre oppure alle due fiere cittadine.